Crea sito
In recensione

Oltremare, Andrea Zanchetta – Recensione

Salve lettori!
Oggi vi parlerò di un romanzo che mi è stato inviato in anteprima dall’autore ma che purtroppo è arrivato in casa mia molto più tardi (grazie poste italiane!). Un romanzo che racconta la lotta contro il mare. Il romanzo in questione è: Oltremare di Andrea Zanchetta.

Ringrazio l’autore per la copia cartacea!

mare
Un rituale oscuro e inquietante incombe su tutti gli abitanti dell’Isola. Nina ne è la sacerdotessa ed è anche l’unica a conoscere il vero motivo dei sacrifici che si ripetono puntuali. Ogni anno, durante la notte di Ognissanti, tre Gorgoni affidano un’offerta a un Mare dalle caratteristiche soprannaturali, lasciando che la risacca la porti via. Fra sensi di colpa, rancori e traumi, oscuri segreti vengono alla luce stravolgendo le vite di Enya, Dylan, Alyssa, Morgan e degli altri isolani. L’inaspettato ritorno di chi ormai si credeva morto da tempo farà precipitare gli eventi, svelando il vero nemico che Nina ha combattuto in segreto per anni, in una guerra di cui solo il Mare può decretare i vincitori.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / IBS / FELTRINELLI

Ora era un uomo. L’abitudine l’aveva logorato, consumato, incrostato dentro: ormai era diventata parte della sua esistenza. Senza quei gesti ripetitivi e meccanici si sarebbe sentito perduto.

Questo è sicuramente uno di quei romanzi che leggi sognante perché sembra quasi di vivere la storia raccontata sulla propria pelle. Questo è il secondo volume di una trilogia!

Il fulcro principale di tutto il romanzo è la maledizione del mare e del patto che hanno fatto con esso. Il patto consiste nel sacrificare la vita innocente di un bambino e darla al mare e in cambio tutti i cittadini dell’isola sarebbero stati al sicuro.

Non esiste un vero e proprio protagonista di questa storia ma diversi: Enya, Dylan, Alyssa e Morgan. Tutti personaggi che saranno indispensabili per comprendere la crudeltà del patto ma soprattutto del mare. Il mare è un essere imprevedibile, colui che ha in pugno le vite degli abitanti e che spesso si rivela spietato.

Il personaggio che più ho amato è Nina, la sacerdotessa del mare dagli occhi di ghiaccio. È una donna rigida, consapevole… una donna rassegnata alle crudeltà a cui è sottoposta la sua isola ma soprattutto colei che conosce la verità sulla vicenda del mare.

Le vicende si fanno interessanti quando i “bambini del mare” ritornano sull’isola e riportando alla luce un oscuro mistero. Attraverso ciò si mostra un legame con la natura spesso conflittuale, un legame amore e odio verso questo gigante possente.

La storia è molto interessante ed è sviluppata egregiamente tanto da indurre il lettore a continuare la storia e scoprire tutti i misteri che aleggiano intorno all’isola. Ho letto questo romanzo in sole 24 ore e conta circa 223, questo per dire che scorre molto velocemente e intrattiene

L’acqua l’avvolse in un turbinio di schiuma.

Poi fu la notte vera.

Per concludere, posso affermare senza ombra di dubbio che questo romanzo mi è piaciuto, in particolar modo mi è piaciuto il modo in cui è stata scritta la storia, è un tipo di scrittura valida ed accattivante

Lo consiglio vivamente a chiunque!

VALUTAZIONE

SE VUOI LEGGERE ALTRE RECENSIONI, CLICCA QUI: RECENSIONI