Crea sito
0 In recensione

The body, Stephen King – Recensione

Salve lettori! Oggi parleremo di un libro che ho avuto la possibilità di acquistare recentemente grazie alle nuove edizioni della Pickwick. Il libro in questione è “The body” di Stephen King.

king
TRAMA: Alla fine dell’estate, Gordie e i suoi tre migliori amici, spinti dalla voglia di avventura, vanno alla ricerca del cadavere di un loro coetaneo scomparso. Motivati dal desiderio – ognuno per una ragione diversa – di riscattarsi e diventare degli eroi, si mettono in cammino lungo i binari della ferrovia. Dovranno superare momenti di fatica, paura e mille ostacoli, fra cui anche quello di doversi scontrare con i bulli, e scopriranno che i mostri non si nascondono dentro gli armadi, ma nel cuore delle persone. Un racconto tratto da “Stagioni diverse”.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / IBS / FELTRINELLI

Era sdraiato lì, di nuovo da solo. Le braccia gli si erano allargate quando lo avevamo girato e ora come un’aquila ad ali spiegate, come a salutare il sole. Per un momento parve che andasse tutto bene, una scena di morte più naturale di quella che potrà mai organizzare l’impresa di pompe funebri per la camera ardente.

Come ho già detto più volte sia qui sul blog che sul mio profilo instagram, Stephen King è uno dei miei scrittori preferiti e quando ho visto questo libro in promozione, non ho potuto far altro che acquistarlo e sono felice di averlo fatto perché l’ho adorato tanto.

“The Body” è una storia tratta dalla raccolta “Stagioni Diverse”. Ispirato a questa storia esiste anche un film “stand by me – ricordo di un’estate” di cui il regista è Rob Reiner.

Ho apprezzato particolarmente questo libro: tratta di amicizia, relazioni, speranze per il futuro e famiglia. I protagonisti sono 4 ragazzini: Gordon Lachance, Chris Chambers, Teddy Duchamp, Vern Tessio.

Sono amici e durante l’estate del 1959 vivono l’avventura della ricerca del corpo di un ragazzino, Ray Brower. Avranno non poche difficoltà che li aiuterà a crescere e prendere coscienza del proprio futuro.

Quello che mi ha colpita particolarmente è la descrizione dei personaggi. Ogni personaggio ha una propria caratteristica, una propria personalità. King ha l’abilità di farli sembrare reali… Durante la lettura, si ha la sensazione di averli al proprio fianco mentre intraprendono i loro discorsi definiti da “duri”. Nonostante questo traspare la loro fragilità, la fragilità di ragazzini di 13 anni. Inoltre, proprio come ogni libro di Stephen King, c’è tensione e paura. La specialità di questo autore è mostrare la paura in occasioni in cui può trovarsi ognuno di noi. Questo tipo di paura mostra che non serve un mostro o un fantasma o qualsiasi altro elemento soprannaturale per avere paura, basta l’uomo e la sua quotidianità. Questo è un punto che mi fa amare King rispetto a tanti altri.

Il narratore è Gordon, diventato ormai adulto e scrittore affermato. Attraverso questo racconto lui rivive le emozioni di quell’estate e mostra come sia nitida nei suoi pensieri.

La scrittura, come al solito, è impeccabile. Lo stile del “Re dell’horror” è come sempre molto riconoscibile. Sono sicura che chiunque legga, saprebbe riconoscere il suo stile tra 1000 pagine. È uno stile che adoro e che leggo sempre molto volentieri.

Inoltre è un romanzo perfetto sia per adulti che per ragazzi proprio grazie alla capacità dello scrittore di mostrare la normale vita dei ragazzini, il loro linguaggio attuale e tipico della modernità dei tempi, e l’abilità di rendere straordinarie situazioni che sembrano normalissime.

Guardai verso sinistra, e oltre la fabbrica potei vedere il castle, non tanto ampio ora, ma un po’ più pulito, scorrere ancora sotto il ponte tra Castle Rock e Harlow. Il ponte ferroviario è scomparso, ma il fiume è ancora in giro. E anch’io.

Leggo i libri di Stephen King sempre con grandi aspettative e, anche questa volta, non le ha tradite. Mi è piaciuto molto, soprattutto nel finale. Consiglio questo libro a chiunque piaccia King, a chiunque vuole leggere un buon racconto non estremamente lungo ma ben fatto.

VALUTAZIONE

SE VUOI LEGGERE ALTRE RECENSIONI CLICCA QUI: RECENSIONI

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.