Crea sito
Tag

fantasy

In recensione

Il canto dell’usignolo, Lian Hearn – Recensione

Salve a tutti! Nella recensione di oggi andremo a parlare di un fantasy uscito da poco in una nuova edizione per l’E/O: Il canto dell’usignolo.

usignolo
TRAMA: In un Giappone medievale mitologico, il giovane Takeo cresce in seno a una comunità pacifica che condanna la violenza ma che sarà massacrata dagli uomini di Iida, il signore del clan dei Tohan. Takeo è salvato dal nobile Shigeru, del clan degli Otori, si troverà al centro delle lotte sanguinarie tra i signori della guerra e dovrà arrendersi al proprio destino. Ma chi è davvero Takeo? Contadino, nobile o assassino? Da dove arrivano i suoi prodigiosi poteri? In un mondo fuori dal tempo, dominato da codici d’onore e da rigidi rituali di una tradizione millenaria, Takeo incontrerà per la prima volta l’amore: dovrà forse scegliere tra quest’amore, la sua devozione al nobile Shigeru e il suo desiderio di vendetta? La sua ricerca lo condurrà fino alla fortezza di Inuyama, a camminare sul “pavimento dell’usignolo”. Ma quella notte l’usignolo canterà?

LINK PER ACQUISTARLO: IBS / AMAZON / FELTRINELLI

“È bello essere a casa, ma, come il fiume preme alle porte da fuori, così fa il mondo. Ed è nel mondo che ci tocca vivere”

“Il canto dell’usignolo” pubblicato pochissime settimane fa da edizioni E/O, viene presentato in una nuova bellissima edizione dopo più di 10 anni dall’edizione della Mondadori. Fin da quando ho visto questo libro in uscita nel catalogo, mi sono subito innamorata. Non ero a conoscenza di questo romanzo e accompagnato da un’ambientazione che trovo magnifica, è stato subito amore. Così mi sono fiondata in libreria il giorno dell’uscita e l’ho subito acquistato.

La storia ruota attorno al giovane Tomasu che un giorno vedrà il proprio villaggio distrutto. Salvato da Shigeru Otori, Tomasu verrà adottato da Shigeru e cambierà nome in Takeo. Qui partirà l’intera storia, dove Takeo scoprirà anche di avere capacità eccezionali. Scoperte di queste innate capacità, si allenerà, tra misteri e intrighi, per vendicarsi dell’uomo che ha bruciato il suo villaggio.

Come scritto prima, uno dei motivi per cui questo romanzo mi è subito piaciuto è per la sua ambientazione, ovvero il Giappone feudale. Da sempre innamorata del Giappone e della sua storia. Qui c’è una nota dolente: la storia non è propriamente approfondita. In questo romanzo le cose descritte di quel periodo, almeno per le ambientazioni, è veramente poco. Ho trovato veramente pochi elementi che fanno ricordare il Giappone antico e di conseguenza è difficile per il lettore immergersi completamente nel periodo storico. La geografia è completamente inventata dall’autore.

I personaggi di questo romanzo che mi sono piaciuti sono veramente pochi: il capoclan degli Otori Shigeru e Kaede. Questi sono i personaggi che più mi hanno particolarmente colpito. Shigeru è un giovane capoclan che ha come obiettivo vendicare la morte del fratello mentre Kaede è la ragazza che dovrà sposare Shigeru per compiacere i propri zii e poter adottare Takeo. Sono due personaggi che hanno spiccato per il loro carattere forte e autorevole. Gli altri personaggi non mi hanno proprio presa, troppo scontati.

La storia de “Il canto dell’usignolo” è una storia senza infamia ne lodi. Una storia abbastanza semplice con l’obiettivo finale pressoché intuibile. Ma non è quello il problema: è la mancanza di colpi di scena che lascino a bocca aperta il lettore. Inoltre, una storia abbastanza breve rispetto ai canoni a cui siamo abituati oggigiorno.

Avevo moltissime aspettative da questo romanzo, sia per la trama che dalle recensioni, ma devo dire che le ha abbastanza deluse. Mi aspettavo qualcosa di decisamente meglio, soprattutto per quanto riguarda i colpi di scena e l’approfondimento di un periodo davvero molto bello.

“I saggi ci insegnano che l’uomo nobile può e anzi deve vendicare chi è stato ucciso”

In conclusione posso dire che la storia non mi ha rapita ma voglio affermare che non è brutta. Una storia leggera e che si legge in pochi giorni. Sicuramente gli amanti del fantasy non farà impazzire ma comunque può farvi trascorrere delle tranquille ore di lettura.

PER ALTRE RECENSIONI: RECENSIONI

In recensione

Carstall e la spada di Ischeer, Fulvio Borrelli – Recensione

Salve a tutti! In questa nuova recensione andremo a parlare di un altro fantasy: “Carstall e la spada di Ischeer” di Fulvio Borrelli!

Ringrazio di cuore l’autore per avermi dato la copia cartacea del libro! 😀

Carstall
Carstall è un giovane pescatore di Toscar, una tranquilla cittadina del Regno di Edens. La sua vita ordinaria viene stravolta quando Jivex, il Signore di Axisgard, torna dalla morte con il suo esercito di morti viventi, in cerca di vendetta. Carstall e i suoi amici sono costretti a scappare verso la capitale. Ma il viaggio è pieno di insidie, segreti e rivelazioni. Carstall non è chi crede di essere: egli è il solo che può fermare Jivex e il suo potentissimo Scettro di Ghiaccio. Ma per farlo dovrà affrontare se stesso e il suo destino, in una missione contro il tempo, prima che l’antica profezia si avveri… e il Grande Freddo cali su ogni cosa.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / IBS / FELTRINELLI

“Nel libro nero esiste una profezia. Racconta del ritorno dell’esercito dei Barbari. Tutto diventerà bianco come la neve. Il freddo di un cuore addolorato gelerà l’estate, e la vendetta camminerà nei luoghi in cui regnava la pace”

In questi ultimi mesi del 2019, ho dedicato moltissimo tempo alla lettura di romanzi fantasy. Il Fantasy è uno dei miei generi preferiti (insieme al thriller!) e gli ultimi romanzi letti mi sono piaciuti molti. Questo non è da meno.

Protagonista di questa avventura è Carstall, giovane pescatore di un paesino sulle coste. Quello che Carstall non sa è che lo attende futuro importante e un’avventura strepitosa. Avventura che intraprenderà quando si avvererà la profezia del “GRANDE INVERNO”, il ritorno dalla morte dell’esercito barbaro. Carstall sarà costretto ad abbandonare il paesino e intraprendere un lungo viaggio verso la capitale. Egli, scoperto del suo passato, sarà l’unico che potrà fermare l’esercito nemico. Ma prima però, dovrà trovare la spada di Ischeer.

“Carstall e la spada di Ischeer” è una lunga avventura, dove il lettore sarà accompagnato a scoprire “Il mondo antico”. Un avventura fatta di pericoli e misteri, creature e magia, una antica storia e il ritorno di antichi nemici. Una storia che coinvolge, fatta di amicizia e amore.

Questo è romanzo che ho letto con piacere dalla prima all’ultima pagina. Un fantasy dove faranno la sua comparsa numerosi personaggi eccezionali: escludendo il protagonista, il personaggio più coinvolgente è Dars. Un capitano che avrà una grande importanza per l’avventura di Carstall poiché lo accompagnerà dalla prima all’ultima pagina ma più di tutti lo salverà e gli farà portare a termine la sua importantissima missione. Dars è un personaggio forte, uno di quei personaggi che o lo ami o lo ami… ☺️

Una delle cose che più mi sono piaciute, è la mappa all’inizio del libro. Personalmente è una scelta che adoro. Mi piace moltissimo sia capire meglio il mondo che contorna la storia sia perché mi piace seguire gli spostamenti dei personaggi sulla mappa, fondamentale in questa storia dove Carstall sarà sempre in viaggio.

Altro elemento essenziale e non da poco, sarà il passato di questo mondo. Verrà mostrata la storia e tutte le motivazione che spingono l’armata barbarica alla conquista di tutto, specie per il regno di Edens. Sicuramente punto importante che immerge il lettore ancora di più in un mondo che poco conosce.

“Possiamo provare a scappare dal nostro destino, finché ci è concesso ma pria o poi dovremo affrontarlo”

“Carstall e la spada di Ischeer” è un romanzo fantasy che mi è molto piaciuto, letto in pochi giorni tanto che mi ha coinvolta. Un romanzo che scorre bene anche grazie ad uno stile di narrazione molto bello. Come romanzo di debutto, è davvero fantastico.

Consiglio la lettura a tutti gli amanti del genere fantasy o a chi si vuole cimentare in storie fantastiche…

PER ALTRE RECENSIONI: RECENSIONI

In recensione

Dark and Light (Amore Impossibile), Sabrina Pennacchio – Recensione

Salve a tutti! In questa nuovissima recensione andremo a parlare di un romanzo per tutti gli appassionati di storie d’amore e Urban Fantasy. Come da titolo il libro è “Dark and Light (Amore Impossibile)” di Sabrina Pennacchio.

Ringrazio l’autrice che mi inviato l’ebook di questo romanzo. Il primo romanzo di “Dark and Light” è uscito in digitale qualche settimana fa mentre il cartaceo uscirà domani, 10 dicembre.

urban
Un’isola ricoperta costantemente da una strana nebbia grigia e fitta, un nuovo college e un incontro inaspettato in aeroporto… Isabel non poteva aspettarsi un nuovo inizio più incasinato, eccitante e oscuro di così.
Dopo la morte del padre, sopraggiunta all’improvviso, lei e la madre si trasferiscono a Shadow City, dove ogni cosa non è mai come appare realmente. Dietro la fitta nebbia si nascondono creature misteriose e, nonostante Isabel sia innamorata di tutto ciò che è fantasy, non avrebbe mai il coraggio, nemmeno nei suoi sogni più audaci, di immaginare quello in cui si sta lanciando: una faida familiare, un ragazzo su cui girano strane voci e il suo cuore, pronto a guarire, graffiato, lapidato e oscurato dalla tenda del terrore.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON

“La vita è come una partita di basket, Mark, si può perdere ma si può anche vincere quando tutto sembra perduto”

In questa recensione parlerò di un romanzo che è di un genere che, per me, è la prima volta che leggo. Gli Urban Fantasy sono un sottogenere del fantasy che non apprezzo particolarmente anzi, se posso, li evito. Da quando ho aperto questo blog però, sto cercando di leggere anche romanzi che prima non leggevo per capire se continuare o meno se continuare ad evitarli. 🤣
Così quando l’autrice si è presentata con il suo romanzo e letta la trama, ho deciso di dare spazio anche a questo genere.

Protagonista di questa trilogia è Isabel, una ragazza amante dell’occulto. Lei, insieme alla madre, si trasferiranno su un’isola misteriosa: Shadow City. Ma quello che Isabel non sa è che quest’isola è popolata da esseri misteriosi. Ma presto lo scoprirà, diventando oggetto principale in una vendetta famigliare. Una famiglia composta da persone “con lunghi canini”: i vampiri.

In questa storia Urban Fantasy, faranno la comparsa un gruppo di amici: Isabel, Phoebe, Rose, Mark, Max, Jake. Un gruppo di amici che a dire la verità non sono entrata mai in sintonia con loro. Ho trovato i personaggi abbastanza scontati e stereotipati: i classici ragazzi del college americano che si vedono nei telefilm. Oltre a questo fattore di amicizia, cosa più importante è la storia d’amore tra Isabel e Alex. Quest’ultimo un misterioso vampiro con un passato turbolento ma con tanta voglia di cambiare.

L’unico personaggio che ho apprezzato maggiormente è Leon, fratello di Alex. Sarà lui che renderà la storia più movimentata.

Per metà romanzo assisteremo all’avvicinamento tra Isabel e Alex e il rapporto di amicizia tra Isabel e i suoi nuovi amici del college. La seconda parte è quella che ho trovato più interessante con qualche colpo di scena: scopriremo la storia dei vampiri e della loro eterna lotta contro i licantropi. Sarà una storia di amore ma anche di vendetta.

Tra storia d’amore, licantropi e vampiri, la maggior parte avranno pensato subito a Twilight (e dai commenti letti in giro anche “Il diario del vampiro”) . Di queste due saghe di vampiri so poco e nulla, ma ci tengo a riportarvi le parole dell’autrice, magari per evitare il paragone e pensare che sia una copia.

C’era una volta una ragazzina di 14 anni che conobbe il mondo delle Fanfiction tramite un sito appena nato per esse, in Italia, dal nome manga.it. Questa ragazza scrisse una storia sui vampiri che divenne una trilogia quando capì, negli anni, che scrivere era la sua passione. Poco tempo dopo l’uscita del suo primo romanzo, il mondo dei vampiri fece un successone e uscirono due saghe famose chiamate Twilight e The Vampire Diaries. La ragazza si sentì “plagiata” in molte idee narrative ma pensò che in fondo le idee sono sempre le stesse e le autrici americane non potevano conoscere la sua storia su manga.it e quindi come potevano averla “plagiata”? Quattordici anni dopo, la ragazza pensò: voglio pubblicare su Amazon Dark and Light ma se lo paragonano a Twilight o TVD? Pensò che avrebbe potuto cambiare tante cose per evitarlo ma al tempo stesso pensò: perché mai devo uccidere o cambiare qualcosa di mio, quando l’ho scritto prima che le due opere facessero sbarco in Italia?
Quindi ci ha provato, ha rischiato, a costo di essere criticata. Quella ragazza sono io, e oggi sono qui con una paura marcia ma con saldi principi. Per evitare che come Wanted arrivino paragoni o altro, non mi importa di spoilerarvi i titoli dei prossimi prosegui di D&L, ma per affermare la verità delle mie parole, qui foto e video direttamente dal sito in questione, per voi ♥️
Ci tenevo perché amo l’onestà, quindi ecco tutto.

Il romanzo, come potete capire, non sarà tra uno dei miei preferiti ma ha una storia godibile. Una storia che probabilmente, anzi sicuramente, non è il mio genere. Soprattutto non amo storie di vampiri e co. ma comunque ho voluto dare una possibilità.

Questo romanzo sono sicura che piacerà a tutti gli amanti dell’urban fantasy con vampiri e licantropi e con una storia d’amore al suo interno.


PER ALTRE RECENSIONI: RECENSIONE

In recensione

La Rosa dei Venti 1 (Le gocce di Lazhull), Mirko Hilbrat – Recensione

Salve a tutti! Nella recensione di oggi andremo a parlare di un bellissimo high fantasy: il primo volume de “la Rosa dei Venti” di Mirko Hilbrat!

Ringrazio di cuore sia l’autore per il cartaceo e dedica che l’ufficio stampa “Scrittura a tutto tondo” per avermi dato l’opportunità di leggere questo bellissimo romanzo!

rosa
La Legione dell’Ovest si muove alla continua ricerca delle Gocce di Lazhull, lasciando dietro di sé una sanguinosa scia di morte. Kruna, il Regno della Notte Eterna, viene assediato con l’intento di recuperare una delle magiche pietre. Intanto nel Reame d’Ametista si svolge il Cerberus, un triennale evento atto a celebrare l’alleanza dei regni più importanti delle terre del Grimorio: Alexandria, Nazela e Reghanor. Rion viene scelto come candidato per l’imminente sfida e, mentre resta coinvolto nel vortice degli eventi che lo circonda, nel cuore del ragazzo s’insinuano una dopo l’altra innumerevoli domande prive di risposta: chi era prima di arrivare ad Alexandria? Chi tentò di ucciderlo lasciandogli un’indelebile cicatrice sulla schiena? Chi è la misteriosa figura in nero che incontra nei suoi sogni? L’intricato mosaico che compone La Rosa dei Venti si plasma in un antico e misterioso passato, attraverso lo Stigma di un mondo, Zaurel, e di tutti coloro che vi sono legati.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / IBS / FELTRINELLI

LINK SCRITTURA A TUTTO TONDO

“Un cognome. Un ruolo importante. Nobili origini. Possibile che motivi così stupidi debbano decretare il destino di una persona? E io che non so niente di me, quale destino dovrei avere?”

In questi ultimi giorni ho letto questo meraviglioso romanzo high fantasy. Un romanzo che seppur vista la mole di pagine (Circa 550) mi ha appassionata dalla prima all’ultima. Una storia dove magia e cavalleria si uniscono. Dove vi sarà l’eterna lotta tra bene e male, antiche storie riscoperte ma soprattutto fatto di tradimenti.

Protagonista di questo primo volume della serie “La Rosa dei Venti” è il giovane Rion. Rion è un cadetto dell’accademia di “Alexandria”, una delle città fondamentali della storia, ma cosa più importante non ricorda nulla del suo passato. Egli affronterà una lunga avventura prima il “Cerberus”, una bellissima competizione amichevole tra città alleate, e poi alla volta per sconfiggere il male. Ma egli non sarà solo: bellissimi personaggi contribuiranno alla realizzazione di questa fantastica storia.

Come accennato prima, il romanzo presenta circa 550 pagine, dove ci sarà continua azione e capovolgimenti. Una lunga storia ricca di colpi di scena che appassionerà tutti gli amanti del fantasy.

Ho trovato fantastici i personaggi che agiscono in questo romanzo, ne sono veramente troppi! Ovviamente però ci sono sempre quei personaggi che più mi hanno conquistata: il primo è il protagonista, Rion. Un personaggio che crescerà per tutta la storia dove scoprirà tantissime cose sul suo conto. Due personaggi che non posso non citare sono Diamanda e Amira (Adoro tantissimo il girl-power!): due personaggi di razze diverse ma che hanno molte cose in comune. Amira è stato il personaggio che fin dalla sua prima apparizione mi è piaciuto molto, tanto che ho tifato per lei per l’intero romanzo! 😄

Da buon high fantasy che si rispetti, per tutta la storia incontreremo razze diverse da quella “Umana”: i più citati e conosciuti Elfi, i vampiri Kruniani o gli strani felini Xelefen. Però non sono le uniche ma queste tre sono quelle, a parer mio, più carine. I primi e i secondi abbastanza simili a come sono conosciuti, chi con le orecchie a punta e chi palliducci succhiasangue. Diverso il discorso per gli Xelefen: fortissimi guerrieri metà umani e metà felini. Con la faccia di gatto e un folto pelo. Da amante dei gatti non potevo non apprezzare! 😄

La storia creata, così come tutto il mondo, è davvero molto bella con tantissimi scontri e distruzioni! Una storia che si fa apprezzare sempre di più, pagina dopo pagina. Una storia con tantissimi spunti originali e colpi di scena. Il tutto unito con una fantastica narrazione. Una storia dove troviamo i classici temi quali amicizia, sprazzi di amore, famiglia oppure più banalmente e che non può mancare brama di potere.

“Avete lottato tutta la vita per proteggere il vostro regno. Avete stretto alleanza con mio padre e col Reame d’Ametista. E alla fine tutto si è dimostrato vano.”

Come si può ben capire, questo primo capitolo de “La rosa dei venti”, mi è piaciuto molto, con una conclusione che fa presagire anche un ottimo secondo volume (In uscita presto!).
Non posso fare altro che consigliarlo a tutti gli amanti del Fantasy!

VALUTAZIONE

PER ALTRE MIE RECENSIONI: RECENSIONE

In Nuove uscite/ recensione

Nuove Storie, Nuovi Libri #9 – Novità letterarie di Dicembre!

Salve Lettori!
Anche questo mese andiamo ad esplorare i cataloghi delle case editrici in cerca di succose novità letterarie. Anche questo mese ho estrapolato 6 uscite per voi che adesso andiamo a vedere!

Ovviamente ricordo che i libri di questa lista sono scelti secondo i miei gusti personali.

1. LA CASA DELLE VOCI – DONATO CARRISI

EDITORE: Longanesi
PAGINE: 400
PREZZO: 22,00€
GENERE: Thriller
USCITA: 2 Dicembre

TRAMA: Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri. La sua specializzazione è l’ipnosi e i suoi pazienti hanno una cosa in comune: sono bambini. Spesso traumatizzati, segnati da eventi drammatici o in possesso di informazioni importanti sepolte nella loro fragile memoria, di cui polizia e magistrati si servono per le indagini. Pietro è il migliore di tutta Firenze, dove è conosciuto come l’addormentatore di bambini. Ma quando riceve una telefonata dall’altro capo del mondo da parte di una collega australiana che gli raccomanda una paziente, Pietro reagisce con perplessità e diffidenza. Perché Hanna Hall è un’adulta. Hanna è tormentata da un ricordo vivido, ma che potrebbe non essere reale: un omicidio. E per capire se quel frammento di memoria corrisponde alla verità o è un’illusione, ha disperato bisogno di Pietro Gerber. Hanna è un’adulta oggi, ma quel ricordo risale alla sua infanzia. E Pietro dovrà aiutarla a far riemergere la bambina che è ancora dentro di lei. Una bambina dai molti nomi, tenuta sempre lontana dagli estranei e che, con la sua famiglia, viveva felice in un luogo incantato: la «casa delle voci». Quella bambina, a dieci anni, ha assistito a un omicidio. O forse non ha semplicemente visto. Forse l’assassina è proprio lei.

2. DARK PHANTASY, FIABE DEL MACABRO E DELL’ASSURDO. GOLD EDITION – CRISTINA VITAGLIANO

EDITORE: Phatos Edizioni
PAGINE: 252
PREZZO: 18,70€
GENERE: Fantasy
USCITA: 8 Dicembre

TRAMA: I sette peccati capitali, secondo l’autrice, sono tutti da biasimare ma ancor prima da comprendere poiché – volenti o nolenti – li commettiamo ogni giorno, a volte inconsapevoli, a volte senza l”in’ ma altresì senza ritegno alcuno. I suoi personaggi fantastici – leggendari o buffi che siano – pagano il prezzo di una propensione allo sbaglio che è totalmente umana. Sette storie, una per ogni peccato. Una sintassi disinvolta di estrazione tipicamente fiabesca completa un quadro di mirabilia da immaginare, lasciandosi andare a proiezioni mentali che hanno un sapore fortemente fanciullesco.

3. MONTEPERDIDO – AGUSTIN MARTINEZ

EDITORE: Rizzoli
PAGINE: 496
PREZZO: 19,00€
GENERE: Thriller
USCITA: 3 Dicembre

TRAMA: Tra i versanti dei Pirenei aragonesi si nasconde un piccolo villaggio, Monteperdido, costruito per dare le spalle al mondo e agli estranei. D’inverno la vita pulsa silenziosa sotto la neve immobile, d’estate la luce del sole rimbalza sui ghiacciai colorando l’aria di un bianco irreale. Qui tutti si ricordano di Ana e Lucía, le due amiche di undici anni scomparse un pomeriggio di ottobre mentre tornavano a casa da scuola, cinque anni fa. Un giorno che ha segnato la comunità della vallata – un caso intorno al quale le indagini della Guardia Civil si erano mosse girando a vuoto – fino a oggi, quando una ragazzina ferita, con i vestiti strappati e il volto sepolto da una cascata di capelli, viene ritrovata sul luogo di un incidente, vicino a una macchina uscita di strada, viva: è Ana. La riapertura del caso è affidata alla giovane Sara Campos e al capo dell’Unità Centrale Operativa Santiago Baín, inviati dalla sede di Madrid, due esistenze solitarie, ma unite tra loro da un legame speciale. Adesso si trovano obbligati a collaborare con la polizia locale, in quel piccolo mondo montano stretto fra silenzi e risentimenti, per trovare in fretta la seconda ragazzina; mentre intorno a loro la fitta rete di incongruenze e chiaroscuri si addensa, emergono le maglie in cui gli abitanti di questo villaggio silente e sordo hanno ricavato un posto per sé e per il proprio pezzetto di ambigua verità.

4. BRINGER – GIULIANO SCAVUZZO

EDITORE: La Corte Editore
PAGINE: 460
PREZZO: 17,90€
GENERE: Fantasy
USCITA: 5 Dicembre

TRAMA: 2081. Il pianeta è stato devastato da un cataclisma causato dall’inquinamento. I Bringer, grazie alla loro straordinaria capacità di ricevere doni dalle vite precedenti, hanno sventato l’apocalisse. Sono loro a governare il mondo ora, sfruttando lo mnemonium, un potente materiale proveniente da un asteroide che permette di abbassare le temperature e rendere l’aria respirabile. Efi vive nella Città di Cristallo, circondata da Bianche Mura alte centinaia di metri. Anche lei dovrebbe essere una Bringer, ma alla soglia del suo ventesimo compleanno non ha mai sperimentato un bring-back delle esistenze passate e, se ciò non dovesse accadere, verrà esiliata nel mondo dei fermi. Mossa dal desiderio di scoprire il mistero della sua identità, Efi, insieme a Garth e Lake, intraprenderà un viaggio pericoloso e incredibile. in fuga verso la Foresta dei Grandi Alberi, dimora dei ribelli Outcast, scoprirà la sua vera natura e, soprattutto, che il mondo che la circonda nasconde terribili segreti.

5. SPETTRI DI FRONTIERA – AMBROSE BIERCE

EDITORE: Adiaphora
PAGINE: 280
PREZZO: 13,60€
GENERE: Racconti gotici
USCITA: 10 Dicembre

TRAMA: Ambrose Bierce scrisse numerosi racconti dell’orrore e del soprannaturale, generi che riflettevano il suo profondo tormento interiore. Questa raccolta contiene molte tra le sue più suggestive storie di fantasmi e di case infestate: morbose, ciniche, inquietanti, capaci di trascinare il lettore nelle regioni crepuscolari dello spirito e nei più oscuri recessi della mente. Opere cariche di terrore ma, al contempo, pervase di tetra ironia, con echi di Poe, del romanzo gotico e dei racconti romantici, dotate dell’impronta inconfondibile di un autore che ha conosciuto di persona gli spettri che da sempre tormentano l’umanità. I personaggi di Bierce – poeti posseduti, vili aristocratici, professionisti abbietti, corpi rianimati, malfattori perseguitati – vivono in un mondo misero e perverso. Che si tratti di omicidi, vendette dall’oltretomba, sparizioni inspiegabili, dimore infestate o anime inquiete, le storie di Bierce rappresentano uno dei migliori esempi di narrativa soprannaturale di tutti i tempi e hanno ispirato autori come Robert W. Chambers e H.P. Lovecraft.

6. LA BUSSOLA D’ORO, HIS DARK MATERIALS, QUESTE OSCURE MATERIE VOL.1 – PHILIP PULLMAN

EDITORE: Salani Editore
PAGINE: 368
PREZZO: 18,00€
GENERE: Fantasy
USCITA: 5 Dicembre

TRAMA: Lyra vive al Jordan College di Oxford. Oxford non è lontana da Londra, e Londra è in Inghilterra. Il mondo di Lyra però è ben diverso dal nostro. Oltre l’Oceano c’è l’America, ma lo stato più importante di quel continente si chiama Nuova Francia; giganteschi orsi corazzati regnano sull’Artico e ogni essere umano ha il suo daimon: una parte di sé di sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno deve temere la solitudine. Questo mondo attraversa un periodo critico: nella luce misteriosa dell’Aurora Boreale cade una Polvere di provenienza ignota, dalle proprietà oscure. Uomini di scienza, autorità civili e religiose se ne interessano e ne hanno paura. L’intrepida Lyra, a soli undici anni, si trova al centro degli intrighi e, quando intuisce segreti pericolosi e inquietanti, decide di andare alla ricerca della verità grazie anche all’aiuto di una sorta di bussola d’oro, che serve appunto a misurarla, quella verità… Una storia straordinaria, una fantasmagoria di incredibili invenzioni che procede a ritmo incalzante in una lussureggiante molteplicità di toni: il favoloso e l’immaginifico, l’epico e il drammatico, il lirico e il mistico… Il romanzo di Pullman è un’allegoria della condizione umana che riesce a proporre in un’avventura mozzafiato i grandi temi della riflessione filosofica compenetrandoli alla narrazione, riuscendo così a far vibrare le nostre corde più profonde, a emozionarci e a rinnovare in noi i grandi interrogativi fondamentali.

In recensione

Il grande tradimento, Aurora Cold – Recensione

Salve a tutti! Nella recensione di oggi vorrei parlarvi di un fantasy davvero molto bello e che mi è piaciuto parecchio: “Il Grande tradimento” di Aurora Cold.

Ringrazio di cuore l’autrice per avermi omaggiata della copia cartacea! 😊

tradimento
Chi dice che il mondo non debba essere un posto malvagio, se ora lo è più di prima?
Ti racconterò una storia per compiacere la mia Signora. Di come l’oscurità abbia affondato silenziosamente per centinaia d’anni le sue velenose radici e di come mai sia stata più intensa. Di come abbia reso avidi e ciechi i cuori degli uomini, lusingando e corrompendo Re, spingendo alla guerra Regni interi. Di come sia riuscita a risvegliare dimenticate creature del passato e di come le scateni contro i più elevati Guerrieri esistenti. Ti racconterò della vendetta e dell’odio, e di quanto questi siano stati unica fonte a cui anime perdute si siano abbeverate per secoli interi.Di come l’ultima speranza si sia nascosta nel posto più segreto e inaccessibile che esista. Il cuore di un giovane. Ti svelerò come questo sia arrivato ad affrontare paure, insidie e fini peggiori della morte stessa, al pari di quelle del tuo mondo. Di come il suo desiderio lo abbia portato a superare terrore, angoscia, inganni e limiti, fino a esser degno d’esser ricordato.Ti permetterò di leggere questa storia bandita, affinché si sappia di cosa sono stati capaci grandi uomini e donne. Parlerò di cosa hanno compiuto in vita ma non ti nasconderò cosa hanno ottenuto in morte. Perché si sappia cosa significa essere grandi Guerrieri in tempi bui.Dipingerò un mondo che non conosci, ma i cui accadimenti non sono lontani da quelli del tuo. Ti svelerò come uomini e donne che si affannano nel raggiungere l’apice aureo dell’umanità, siano arrivati a toccare con mano il suo cuore pulsante. Di cosa abbiano sacrificato e cosa abbiano trovato. Ti racconterò cosa nasconde il buio, ma anche cosa nasconde la luce. Perché in te, so che si contorce un’anima affamata, che distratta e irrequieta desidera grandezza e verità. Non senza timore, ti invito a leggere questa storia.Affinché la mia Signora sia soddisfatta di me.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON (Cartaceo ed Ebook) / FELTRINELLI (Ebook)

“Shana mi incute una paura incredibile, è inutile che lo dica, a voi soprattutto! È malvagio e spietato come nessun altro essere vivente abbia mai visto! Eppure gli sono sopravvissuto…”

“Il grande tradimento” è il primo volume della saga della vendetta. Un libro fantasy che coinvolge ed appassiona il lettore.

Protagonista di questa storia fantasy è Seraph, un guardiano del regno che durante una missione segreta in un monastero si ritroverà ad essere l’unico sopravvissuto poiché attaccati da una forza oscura e misteriosa. Si risveglierà nel Santuario di Rodenan dove, scoperto dell’accaduto e informato di oscure presenze, verrà addestrato come Guerriero. Dopo un durissimo addestramento partirà insieme ad altri due guerrieri per sconfiggere Shana, il principale artefice della disfatta dei guardiani al regno. Ma non solo Shana preoccuperà i Guerrieri, anche oscure presenze che piano piano si instaureranno tra le persone.

Il grande tradimento è un high fantasy molto avvincente. Una fantastica avventura che intraprenderà il lettore insieme al protagonista dove non mancheranno colpi di scena fino all’ultima pagina e una lotta finale emozionante.

La cosa più coinvolgente dell’intero romanzo è lo stile narrativo dell’autrice, molto scorrevole dove leggerete tanto senza accorgervene.

Altrettanto fantastici sono i personaggi: il protagonista Seraph dove lo vedremo crescere per tutto il romanzo, Miriam che aiuterà tantissimo Seraph ma che allo stesso tempo coverà oscuri misteri e Sididi, uno dei personaggi più importanti per le sorti di tutti. Potrei citare molti altri personaggi ma questi sono i principali e che più mi hanno colpita. Personaggi che saranno difficili da dimenticare!

Compito importante lo avrà l’ordine: essi dovranno assicurare che le forze oscure non si impadroniscano dei cuori delle persone al fine di spargere caos.

Gli eroi principali affronteranno un viaggio fatto di stupende ambientazioni: magiche foreste, alte montagne, uno strano passaggio sott’acqua e un viaggio in barca. Le avventure di certo non mancheranno!

“Il grande tradimento”, questo primo romanzo sicuramente promosso appieno. Un romanzo coinvolgente tanto che l’ho letto in pochi giorni visto che la mia curiosità era forte. Molto bello il colpo di scena finale che farà presagire un continuo meraviglioso.

“Hai servito te stesso e gli uomini…” disse la Dea levandosi, “È per te giunto il momento di servire l’umanità.”

Come si può ben capire, “Il grande tradimento” mi è molto piaciuto quindi non posso far altro che consigliarlo sia ai lettori di fantasy che chi vuole avvicinarsi al fantasy. Sono sicura che vi rapirà!

VALUTAZIONE

Per altre mie recensioni: RECENSIONI