Crea sito

Siamo in grado di farci vedere?, Veronica Pecorilli – Recensione

Salve lettori!
Oggi andremo a parlare di un libro che mi ha fatta riflettere molto, un libro che mi ha ispirata. Il titolo in questione è: Siamo in grado di farci vedere di Veronica Caporilli.

Ringrazio di cuore l’autrice per la copia del romanzo!

vedere
Un essere umano può essere percepito, sentito nel proprio modo di essere nella sua prima immagine? E in grado di mostrare la sua reale identità azzerando le sue maschere? Attraverso il testo volto all’introspezione della persona viene posto un interrogativo costantemente presente nella lettura. Siamo esseri individuali con lo scopo di accrescere il nostro animo attraverso la consapevolezza di quei segreti mantenuti all’oscuro, anche a noi stessi. Viene messo in luce il tema dei rapporti relazionali come ulteriore fonte di accrescimento personale, uno status di introspezione che porti la persona a riconoscere una quotidianità oggi divenuta irriconoscibile. Discutiamo di un essere umano contemporaneo, che condizionato dall’odierna società, rimane rinchiuso nel suo limbo di irreale identità, bloccato tra l’esprimere sé stesso in ogni forma ed il focale bisogno di renderlo tale. “L’infelicità dell’uomo proviene dall’inconsapevolezza dello stesso”.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / IBS

Concedi fiducia per sperimentare te stesso

Ho letto questo libro con tutta la calma di questo mondo perché volevo essere sicura di aver appreso tutto ciò che l’autrice volesse dire e devo ammettere che durante la lettura ho segnato dei concetti perché non volevo perderli. “Siamo in grado di farci vedere?” è un saggio di introspezione della persona, un testo che affronta temi che a volte diamo molto per scontati come l’accettazione, la percezione di chiunque si avvicini alla nostra vita.

Parlare di tutti i temi e le impressioni in questo libro è davvero impossibile per una questione di spazio e vorrei che anche voi aveste la possibilità di assaporare le parole proprio come ho fatto io ma ci tenevo a mostrarvi i punti che mi hanno colpita maggiormente e che mi hanno lasciata riflettere.

Libertà e trasparenza verso sé stessi non per chi dialoga con noi, sarà un dono il reale sorriso

Il primo punto di cui vorrei parlare è “la possibilità di accettare una visione diversa dalla nostra” ma soprattutto la possibilità che esista un’idea o un’opinione diversa dalla nostra. Il cambiamento nella nostra vista porterà sempre un cambio di rotta nelle nostre visioni. Nonostante ciò potremmo avere occasione di non accettare le opinioni altrui perché ci sembrano lontane da noi o potremmo comprendere la visione dell’altro ma non accettarla in modo razionale ma questo potrebbe essere anche al contrario, saremo noi a non essere compresi. Questo però non deve portarci a perdere l’umiltà e la consapevolezza.

Non mettiamo mai a capo della nostra lista di priorità un numero che non sia il nostro numero

Il secondo punto che ritengo sia importante da comprendere è la necessità di ascoltarci e di prendere coscienza delle nostre esigenze. Ciò che non dovremmo mai dimenticare è ascoltarci e ascoltare tutte le emozioni che proviamo perché questo ci permetterà di avere una mappa della nostra essenza. Tutto ciò è chiamato “Arte di sapersi ascoltare”.

Il terzo concetto che ho trovato molto interessante è il concetto della fiducia. Per avere un rapporto di fiducia è necessario prima avere una buona opinione di sé stessi ciò implica un lavoro e in seguito scegliere a chi dare la nostra completa fiducia.

Questi sono i punti che a me sono rimasti dentro, potrei andare avanti ancora perché questo è pieno di punti interessanti ma mi fermo qui perché vorrei che voi stessi possiate goderne la profondità.

Come si può ben capire, è un libro che ho apprezzato non poco, mi ha tenuta compagnia nelle notte insonni e nei pomeriggi assolati, mi ha permessa di vivere un viaggio interiore mai fatto prima. Anche il modo in cui è scritto è davvero interessante, lo stile della scrittrice è davvero notevole.

Io vi invito all’acquisto di questo libro e alla sua lettura. A parer mio è promosso!

SE VOLETE LEGGERE ALTRE RECENSIONI, CLICCA QUI: RECENSIONI

ancoraunaltrolibro

Back to top