Crea sito

L’insospettabile vita della negromante

Salve! È da un po’ che non pubblicavo questo genere di rubrica sul blog ma oggi ho deciso di presentarvi un breve romanzo che mi è stato gentilmente concesso dall’autrice che ringrazio di cuore! La negromante è una storia di pregiudizi e bigottismo verso persone che hanno semplicemente una vita diversa, una storia di superstizione. Il romanzo in questione è: “La negromante” di Laura Pegorini

LINK PER ACQUISTARLO: IL MIO LIBRO

annaluna

SINOSSI: Sorella Febe, giovane orsolina di famiglia aristocratica, viene inviata come delegata in un paese della pianura padana per verificare le accuse di stregoneria che pendono su Annaluna e Vernante, stranieri legati da un rapporto inquietante e diabolico, almeno per gli ottusi abitanti del paese.

PERSONAGGI: I personaggi di questo breve romanzo sono: Sorella Febe. un’orsolina che viene mandata nel paese per indagare su questo presunto caso di stregoneria. Annaluna è colei che viene accusata di stregoneria a causa del suo strano comportamento e del suo, secondo loro, disdicevole rapporto con Vernante, uomo umile e lavoratore. Inoltre vediamo padre Geraldo, il parroco del paese che non crede alla storia di stregoneria.

PARERE: Nonostante la sua brevità, ho trovato questo piccolo romanzo molto piacevole da leggere e molto riflessivo. Attraverso la lettura si può percepire la difficoltà della vita in un piccolo paese e di come i pregiudizi vengano prima della verità ed è molto più semplice accusare una persona con una visione diversa dalla massa che riuscire a comprenderle. L’ho apprezzato molto e non posso fare altro che consigliarvelo!

SCRITTURA: Trovo che il modo di raccontare dell’autrice sia davvero ottimo. È un breve romanzo ma molto coinvolgente e questo è grazie anche alla scrittura.

MESSAGGIO: Il messaggio del racconto è proprio la lotta al pregiudizio. Le persone giudicano su quello che vedono e lo interpretano a modo loro ma nessuno ha mai ricercato la verità. Prima di dare un giudizio, che in questo caso può portare le persone alla morte, è importante documentarsi e non basarsi sulle cattive lingue.

VOTO: 8/10

FRASE: “Parlò con molte persone in quella casa, ma ne vide molte anche fuori…”
“Anime defunte?”
“Credo di sì. Annaluna dice di parlare con i morti.”

ALTRE STORIE BREVI QUI

ancoraunaltrolibro

Back to top