Posted on: 5 Marzo 2021 Posted by: ancoraunaltrolibro Comments: 0

Quando inizi ad interessarti al mondo esoterico si va incontro a tanti nomi che più o meno hanno rivoluzionato il nostro modo di vedere e concepire il mondo circostante e quello metafisico. In particolare c’è un nome, una delle colonne portanti del pensiero filosofico ed esoterico del ‘900: Helena Petrovna Blavatsky.

Helena Petrovna Blavatsky è un personaggio che nel bene e nel male è sempre stata presente anche se ora è conosciuta perlopiù agli appassionati e non più al pubblico generale.

H.P.B. è conosciuta come la fondatrice della società teosofica ma in realtà è molto di più di questo, il suo pensiero è tra i più influenti e hanno cambiato la concezione della psicologia, filosofica e del mondo esoterico.

Helena Petrovna Von Hahn nasce nel 1831 in Ucraina, al tempo territorio russo. Fin da piccola sviluppa delle capacità extra sensoriali e si interessa all’occulto grazie ai libri che suo nonno riponeva sullo scaffale e che lei leggeva con tanto ardore.

Helena aveva una personalità dirompente, curiosa e affascinata dal mondo. Era un animo che richiedeva libertà, proprio per questo i due matrimoni non erano andati a buon fine. Era una donna fuori dagli schemi della società dell’epoca, una di quelle che sceglieva lei per sé stessa e non permetteva a nessuno di farlo per lei.

Viaggia molto ma nel 1851 a Londra intraprende il percorso nella teosofia ma la società teosofica, co-fondata da lei nasce molto più tardi, nel 1875 a New York.

Madame Blavatsky fu colei che estese la conoscenza della teosofia al pubblico ma, cos’è la società teosofica? E soprattutto, cos’è la teosofia?

In realtà la teosofia è una disciplina o pensiero che era già presente prima del cristianesimo e con Ammonio Sacca, fondatore della Scuola Neo-platonica, ci fu una rivalutazione del pensiero teosofico. Lo scopo di Ammonio Sacca era quello di conciliare i popoli rendendoli figli di un’unica fede comune che consisteva nella credenza di una Grandezza Eterna e suprema che governa l’universo attraverso delle leggi che non potevano essere messe in discussione. Tutti gli uomini devono abbandonare la guerra e unire le loro forze per sentirsi parte di un solo mondo e purificare le religioni poiché oscurate da meri principi umani e rendere tutto una questione filosofica.

Quindi, possiamo definire la Teosofia come la Religione della Saggezza. I testi sacri mostrano la saggezza come base di un principio divino che viene reincarnato in gradi nomi di uomini e divinità.

I Teosofi respingevano inoltre l’utilizzo della Teurgia pratica, conosciuta anche come “magia cerimoniale”. L’uomo, non conoscendo la grandezza e l’importanza dei simboli della natura, si affida alle cerimonie e alla pratica per comunicare con le divinità. In realtà solo la mente e lo spirito possono metterci in comunicazione con entità superiori, spiriti buoni, Dei.

La società teosofica vede sé stessa come l’erede della Scuola Neo-platonica fondata da Ammonio Sacca.

Visto che siamo qui per parlare di libri, sento la necessità di parlarvi delle sue opere più importanti ma soprattutto di un saggio completo che approfondisce la vita e il pensiero di questa donna straordinaria.

Il saggio di cui consiglio la lettura è “Helena Blavatsky. La straordinaria vita e il pensiero della fondatrice del movimento teosofico moderno” di Sylvia Cranston.

Questo saggio è tra i più completi ed interessanti poiché prende in esame molti aspetti della vita della vita di H.P.B. in modo critico ma soprattutto fedele.

Tra le opere più importanti scritte da Helena Petrovna Blavatsky troviamo:

LA DOTTRINA SEGRETA

Probabilmente la sua opera più famosa e letta è “La dottrina segreta”. Si tratta di un insieme di scritti che ha lo scopo di illustrare l’eterna conoscenza dei Maestri. Verranno mostrate le religioni pure senza alcun adattamento culturale o legate al tempo, i Miti e le tradizioni. È un testo complesso e piuttosto lungo (l’opera originale conta 1400 pagine). Questo non è un’opera leggera né di facile comprensione ma necessaria a chi è interessato allo studio della Teosofia.

ISIDE SVELATA

Altra pietra miliare della teosofia è “Iside Svelata” scritta nel 1877. L’opera è stata scritta con lo scopo di far conoscere al mondo occidentale gli insegnamenti delle tradizioni orientali. È divisa in due parti: la prima è dedicata alla Scienza e la seconda alla Teologia. L’opera comprende oltre 1000 pagine.

LA CHIAVE DELLA TEOSOFIA

Terza ed ultima opera che illustreremo qui scritta da H.P.B. è “La chiave della teosofia”. Come da titolo, l’opera si pone l’obiettivo di scogliere i nodi e rispondere alla moltitudine di domande che vengono poste sulla Teosofia ma anche approfondire le vicende legate alla Società Teosofica. L’opera è piuttosto breve, conta circa 300 pagine.

Le opere di Madame Blavatsky sono molte di più e sempre interessanti a cui vi invito a dare uno sguardo ma sempre con la consapevolezza di dover cambiare la vostra visione del mondo!