Crea sito
0 In recensione

La voce del silenzio, Stefania Serio – Recensione

Salve lettori! Oggi andremo a parlare di un romanzo che mi è stato gentilmente inviato dall’autrice che ringrazio di cuore. È un romanzo che a me ha intrattenuto e mi è piaciuto molto: il romanzo in questione è: La voce del silenzio di Stefania Serio

voce
TRAMA: Alle prese con il blocco dello scrittore, e con un editore impaziente, Lorena fugge nella masseria dei nonni, senza cellulare, e con il progetto di tornare a casa solo con un manoscritto pronto. Ma anche in quella casa a metà tra campagna e mare, protetta da un imponente gelso rosso, Lorena non riesce a trovare l’ispirazione, finché, in un pomeriggio assolato, una singola folata di vento scompiglia le pagine di un libro trovato nella soffitta e apre davanti ai suoi occhi un mondo sconosciuto: le memorie di Clelia, la stravagante zia istruita di sua madre. La lettura di quei fogli di carta sottile la travolge letteralmente e, mentre la vera storia della famiglia si srotola pagina dopo pagina, le basi della vita di Lorena si sgretolano sotto i suoi piedi. Nello stesso tempo, però, da quel giorno le dita scorrono veloci sulla tastiera del computer, perché quel racconto, tragico e commuovente, diventerà il suo nuovo romanzo. Poi, proprio quando la vita ricomincia a scorrere lungo i binari della quotidianità, in una notte d’inverno un fulmine squarcia il velo della verità, lasciando Lorena confusa e indecisa. Se solo il vecchio gelso rosso, custode dei segreti della famiglia, potesse parlare e raccontare cosa si dicevano i due giovani che si incontravano furtivamente sotto le sue fronde…

Frugai nella borsetta di pizzo rosa, presi un fazzoletto e lo passai sugli occhi, e sentii alle mie spalle qualcuno che diceva: «Guarda, la sorella della sposa si è emozionata!». Era quello ciò che volevo che pensassero.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / EHARMONY / IBS

Ho letto “La voce del silenzio” in poco più di 2 giorni e l’ho apprezzato molto. È una storia che tratta di dolori, amore e famiglia il tutto contornato da una scrittura “veloce” ma perfetta per questo tipo di romanzo. Dico veloce perché il romanzo si legge con molta facilità.

I personaggi sono tutti ben delineati con un loro carattere e modo di agire. Ho trovato affascinante il personaggio della zia Clelia, una donna tormentata e triste con la passione per la conoscenza. Una zia che nonostante la sua morte, ha molta influenza sulle scelte della nipote, Lorena. Questa donna viene vista dai familiari come isterica e pazza ma proprio Lorena le darà una nuova dignità che durante la sua vita e questo porta ad un collegamento con il titolo del romanzo “La voce del silenzio”. Questo personaggio mi affascina proprio per la sua forza, il suo essere fuori le righe e il sapersi distinguere da tutti gli altri.

Altro personaggio molto positivo è proprio la protagonista, la scrittrice Lorena Sperti. Donna dall’aspetto molto simile a Clelia. Dalla zia ha ereditato la sua voglia di conoscenza e la razionalità e sarà proprio questa razionalità a farle scoprire uno dei più grandi segreti legati alla famiglia. Inoltre, grazie alle parole della zia, Lorena troverà la forza di innamorarsi di nuovo e di trovare l’uomo della sua vita.

Lo possiamo dividere in 2 parti: la prima narra le vicende di Lorena che sono ambientate nel presente mentre la seconda parte racconta la vita della zia Clelia e di ciò che ha portato la famiglia ad essere così piena di segreti.

La trama è tutto sommato intrigante e trasmette curiosità. La voglia di conoscere le vicende della zia Clelia e la verità legata alla famiglia è ciò che mi ha spinta a leggere l’intero romanzo che io trovo molto gradevole. Il finale del romanzo è abbastanza prevedibile ma questo non toglie il volersi gustare un romanzo che potrà tener compagnia il lettore per alcuni giorni.

Altro fattore positivo e che io trovo sia di grande aiuto in tutto il libro è la scrittura. A me è piaciuta, l’ho trovata perfetta per questo tipo di romanzo che presenta una trama intricata e con cui è facile cadere in confusione.

Le lacrime, prima solo simulate, iniziarono infine a scendere lungo il viso, portando con sé la tristezza che mi straziava il cuore. Ne assaporai il gusto salato. Le lacrime, che sgorgano dal profondo dell’anima, hanno il sapore del mare, pensai e in un attimo ogni cosa mi apparve chiara: passato e presente s’incrociarono nella mia mente e solo allora capii che nulla sarebbe stato più come prima.

In conclusione, ho trovato “La voce del silenzio” molto piacevole e ben scritto. Ho trascorso delle ore nella lettura che mi hanno rilassata e intrattenuta. Sono entrata in sintonia con i personaggi in tempi brevissimi e mi ha trasmessa molta curiosità e voglia di andare avanti nella lettura. Consiglio vivamente a chiunque legga questo tipo di romanzo di acquistarlo. Sono sicura che non ve ne pentirete!

VALUTAZIONE

SE VUOI LEGGERE ALTRE RECENSIONI CLICCA QUI: RECENSIONI

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.