Salve a tutti! Nella recensione di oggi andrò a parlare di un romanzo per ragazzi che mi ha molto sorpresa: “La Rete” di Sara Allegrini. Il romanzo in questione è uscito poche settimane fa per la Mondadori.

la rete
TRAMA: La notte nel bosco risuonano solo fruscii, grida quasi umane e il battito accelerato dei cuori di Daniel, Maddalena ed Eliah. Nelle loro teste la stessa domanda martella feroce: come sono finiti lì, soli? Non c’è cibo, non c’è acqua, non c’è il cellulare per chiedere aiuto. E impossibile credere che le loro famiglie abbiano deciso di abbandonarli. Due occhi li spiano da dietro gli alberi e ogni giorno, quando si svegliano, trovano un biglietto che gli dice cosa fare: proprio a loro, che non hanno mai rispettato una regola, abituati a vivere oltre il limite. Ma se piegarsi e obbedire a uno sconosciuto fosse l’unico modo per salvarsi dall’incubo in cui sono precipitati? Un romanzo che rapisce e sorprende dove, come nella vita vera, non sempre tutto finisce bene.

Non voglio più essere un burattino. Non voglio più essere di legno. Voglio essere me stessa, capire quello che voglio e farlo.

LINK PER ACQUISTARLO: AMAZON / IBS / FELTRINELLI

“La rete” è un romanzo, come scritto nell’introduzione, che mi ha molto sorpresa. Sorpresa in senso positivo: quando l’ho iniziato a leggere, avevo l’idea che si sarebbe trattato senza dubbio di un thriller, idea maturata dopo aver letto la trama. Cosa che però non si è rivelato come tale, ma come un romanzo per ragazzi. Questa tipologia di romanzi non è una delle mie preferita, anzi tutt’altro però devo dire che è riuscito a catturare la mia attenzione dalla prima all’ultima pagina.

La storia gira su tre personaggi: Daniel, Maddalena ed Eliah. Sono tre ragazzi che fino a quel momento avevano vissuto una vita piuttosto superficiale, dando peso a tutti quegli aspetti frivoli della vita come la moda, il prendere in giro i più deboli o divertirsi in modo sbagliato. Ma tutto cambierà quando finiranno nella “rete”: da li in poi inizieranno a capire cosa sia davvero importante per loro e per la loro vita.

I protagonisti sono caratterizzati bene ed ho trovato molto interessante il percorso di evoluzione che hanno subito nel corso del romanzo: chi più o chi di meno si ritroverà cambiato. Inizieranno a vedere la vita sotto altri punti di vista, capire chi sono e non chi vogliono far apparire.

Come quasi tutti i romanzi per ragazzi, anche questo ha un messaggio di fondo. Ne “La rete” ne troviamo uno davvero molto bello: la ricerca di se stessi e della propria felicità. Argomenti non semplici, soprattutto se il romanzo in questione è indirizzato per i ragazzi.

Molto bello è anche lo stile di scrittura dell’autrice, semplice ma molto efficace. Interessante come è riuscita a descrivere i personaggi e i loro “pensieri”.

Ognuno è com’è. Un po’ è il destino, un po’ siamo noi che decidiamo cosa vogliamo essere.

Il romanzo l’ho trovato fantastico, nonostante non sia uno dei miei generi di punta. Consiglio il libro a tutte le persone che amano leggere romanzi per ragazzi non banali e scontati.

VALUTAZIONE

SE VUOI LEGGERE ALTRE RECENSIONI CLICCA QUI: RECENSIONI