Crea sito
0 In Piccole storie

Benvenuti sull’isola segreta

Salve a tutti! Benvenuti in questa nuova puntata. Oggi andremo a parlare di un piccolo romanzo thriller con una storia piena di colpi di scena nonostante la sua brevità. Il romanzo breve di oggi è scritto da uno dei miei romanzieri preferiti: Stefano Pastor. “Isola Segreta”.

LINK PER ACQUISTARLO: IBS / AMAZON / ILLUSION

edfewfdwe

SINOSSI: Patrizia ha fatto un errore, in gioventù. E gli errori si pagano, sempre. In un momento di debolezza si è confidata con le sue migliori amiche. Ha svelato il suo segreto. Sono passati molti anni da allora, si è sposata, ha divorziato, ha pure un figlio grande, eppure il momento è arrivato. Deve rimediare a quell’errore, a ogni costo. Perché loro stanno andando là, nell’isola. Quelle amiche che non vede più da molto tempo, con cui non ha più rapporti. Loro ricordano ancora, hanno bisogno di ciò che l’isola può dare. Un dono che in realtà è una maledizione, la peggiore che possa esistere. Deve riuscire ad arrivare in tempo, prima che compiano qualcosa di irreparabile. Perché in quella maledetta isola nessuno deve più vivere, ma soprattutto, e questo è imperativo, nessuno deve più morire.

PERSONAGGI: I personaggi principali sono due: Una madre ed un figlio. Una madre che deve svelare un segreto molto importante al proprio figlio. Sono davvero madre e figlio? E se invece fossero sposati? Vivrete un bel trip mentale 😀

PARERE: Questo breve romanzo è davvero un storia ben pensata e ben struttura. L’ho trovato semplicemente geniale, anche se forse sono un po’ di parte. Ha un finale per nulla scontato, un finale che lascerà davvero con la boccia aperta. Il tutto condito con uno stile di scrittura eccezionale.

SCRITTURA: A livello di scrittura, Pastor è uno dei miei preferiti. Adoro il suo uso della punteggiatura e la composizione dei paragrafi che rende la lettura interessante e che tiene alta la tensione, cosa che un buon thriller deve avere.

MESSAGGIO: Essendo un thriller, di solito, non ha un messaggio di fondo ben chiaro come accade nella narrativa. Possiamo trarne uno noi: l’emozione di stare sempre con la persone a cui si vuole bene.

VOTO: 10/10

PER ALTRE RECENSIONI VELOCI: RUBRICHE

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.