Salve lettori!
Diciamoci la verità… non è mai bello vedere la realtà esattamente così come appare e il senso di malinconia non è mai così piacevole ma se c’è un autore che incarna tutto questo alla perfezione è Charles Bukowski.

Ho iniziato a leggere Bukowski quando andavo ai primi anni di liceo e ho sempre pensato che sia una delle più belle penne che io abbia mai letto. È un autore che io porto nel cuore e che non mi stancherò mai di leggere.

C’è chi purtroppo non ha mai letto un libro scritto da questo meraviglioso artista (MALE) e oggi sono qui per darti ben 5 motivi per cui dovresti iniziare a farlo. Iniziamo!

1. Ha la capacità di farti vivere quello che leggi

Charles Bukowski ha quella innata capacità di farti vivere i suoi scritti. Quando ci soffermiamo su una sua poesia o un pezzo tratto dai suoi libri, è come se lo stessimo vivendo… inizi a sentire i rumori, gli odori, inizi a provare sentimenti per quello che stai leggendo ed è sempre un’esperienza straordinaria!

“A volte mi sento come fossimo tutti prigionieri di un film. Sappiamo le battute, sappiamo dove metterci, come recitare, manca solo la macchina da presa. Però non possiamo uscire dal film. Ed è un brutto film.”

2. Se trovassimo la sua lista della spesa sono certa che anche quella potrebbe essere poetica

Ok… Ogni cosa scritta da Bukowski è pura poesia. Non c’è molto da spiegare se non che se ami quelle sensazioni di malinconia, poetiche e la pelle d’oca, hai trovato l’autore che fa per te.

“Che differenza c’è fra poesia e prosa?” “La poesia dice troppo in pochissimo tempo, la prosa dice poco e ci mette un bel po’.“

3. La poesia ha un stile tagliente, quasi spietato ma molto realistico

Le frasi di Bukowski le troviamo ovunque, sotto le foto, sui post di facebook, instagram e banalizzate fino all’inverosimile. Sono dell’idea che Bukowski è solo per i forti di cuore, di coloro che reggono la realtà perché è proprio ciò di cui ci parla. Non ha peli sulla lingua, non abbellisce quello che vediamo e quello che lui vive… Viene raccontato tutto ciò come appare. Ogni suo scritto è puro realismo. Molto spesso si finisce in frasi che molti definirebbero “sconce e scandalose” ma per poter capire ciò che lui ci vuole raccontare si deve andare ben oltre ciò che è scritto.

“Non è una gara. Non ho mai desiderato la fama o i soldi. Desideravo buttar giù le parole come volevo io, tutto qua. E dovevo buttarle giù, se no mi prendeva qualcosa che era peggio della morte. Le parole non come qualcosa di prezioso, ma come qualcosa di necessario.”

4. Parla di ciò che difficilmente troveremo in altri testi.. gli ultimi!

bukowski

Charles Bukowski è lo scrittore del popolo, colui che non ci parlerà mai come sia faticosa la vita da avvocato o di come sia bello acquistare un auto nuova ma è colui che ci parlerà di com’è vivere nella solitudine, la dura ricerca di un lavoro, delle prostitute, degli alcolisti nei bar, di come sia complesso e irraggiungibile un sogno ma soprattutto di come sia difficile vivere solo di esso.

“Solo i poveri conoscono il significato della vita; chi ha soldi e sicurezza può soltanto tirare a indovinare.”

5. Ti aiuterà ad aprire i tuoi orizzonti e comprendere il mondo che ci circonda

bukowski

L’ultimo punto credo sia quello che mi ha spinta a prendere a cuore gli scritti di Bukowski. Nelle sue opere troviamo la vita vera, quella che spesso tendiamo ad ignorare perché presi da una continua frenesia. Ci parla di sentimenti veri che non sono sempre positivi come il sentirsi fuori luogo, non accettato, di quanto sia frustrante non riuscire a realizzare i propri desideri. E come ho già detto, tutto questo te lo fa vivere davvero e ti porta a riflettere.

“Ero dotato, sono dotato. A volte mi guardo le mani e mi rendo conto che sarei potuto diventare un grande pianista o qualcosa del genere. Ma che cos’hanno fatto, le mie mani? Mi hanno grattato le palle, hanno scritto assegni, hanno allacciato scarpe, hanno tirato la catena del water ecc. Ho sprecato le mani. E la testa.”

Detto questo, spero che riusciate a prendere a cuore questo autore proprio come ho fatto io, uscendo dalla banalizzazione dei suoi testi che è fin troppo presente sui social. Spero di essere riuscita a convincere almeno uno di voi ad acquistare un libro di Charles Bukowski e leggerlo perché la sua scrittura fa bene al cuore e all’anima!